Fiducia a Lippi in Cina

La Cina rinnova la fiducia a Lippi estendendo il contratto dell’ ex ct della Nazionale fino al 2019. Un notevole traguardo per l’allenatore campione del mondo che può quindi tornare a concentrarsi sul risollevare un team che ancora fatica ad ingranare propriamente. Ma quali sono le sfide che ora attendano il formidabile coach azzurro? Vediamo insieme quali fatiche dovrà compiere nei prossimi mesi.

Al suo arrivo Marcello Lippi ha trovato una nazionale cinese un po’ claudicante che attualmente si trova all’ultimo posto del proprio girone di qualificazione per i mondiali del 2018. La speranza però non è del tutto svanita per il team orientale che, se sarà in grado di vincere contro Uzbekistan e Qatar ha ancora buone possibilità di entrare nei playoffs. La fiducia a Lippi rinnovata ulteriormente per i prossimi 2 anni è un segno positivo e di apprezzamento per il lavoro svolto fino ad ora.

Naturalmente l’ex ct azzurro non deve adagiarsi sugli allori vista l’attuale situazione del suo team ma, grazie al pieno appoggio e alla libertà che la Chinese Football Association ha dichiarato di volergli concedere, potrà sicuramente essere in grado di tornare a vincere. Il portavoce della CFA ha infatti dichiarato: “Non interferiremo con la sua preparazione e le sue scelte di formazione. Nel frattempo, sosterremo il suo gruppo come sempre”.

Non ci resta quindi che augurare a Marcello Lippi una brillante carriera anche in Cina, sperando di ritrovarlo ai livelli più alti della competizione mondiale prevista per il 2018. Siamo certi che il coach non concederà sconti agli azzurri ed è proprio questo il calcio che vogliamo vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *